In nome di Dio, Misericordioso e Clementissimo

7^ LEZIONE [Corso-I Pilastri dell’Islam]

1° PILASTRO: «SHAHADA» “La Testimonianza che non c’è divinità all’infuori di Allàh e che Muhammad è l’Inviato di Allàh”.

(Domenica 06/04/2014)

 

6°Punto] COSE CONTRARIE (Addàd) ALLA TESTIMONIANZA DI FEDE (Shahada)

Nella scorsa Lezione abbiamo parlato di alcune Condizioni (shurut) da soddisfare affinché la Testimonianza di Fede sia valida e veritiera. In questa Lezione riportiamo invece alcune cose che sono «contrarie» alla Testimonianza di Fede.

  1. Il rifiuto di credere in un Dio Unico
  2. Associare un’altra divinità ad Allàh, l’idolatria (Shirk)
  3. Deridere, beffeggiare Allàh e il Suo Inviato
  4. Detestare una cosa arrivata dall’Inviato di Allàh
  5. Distogliersi dai segni (ayàt) di Allàh
  6. L’Ipocrisia (Nifàq)

1. Il rifiuto di credere in un Dio Unico.

Coloro che non credono, che non hanno Fede in Dio, dicono che dopo questa vita terrena (dunyà) non c’è altro, cioè affermano che non esiste un’altra vita nell’aldilà (akhira) dopo la morte in questa vita. Queste persone però, nel Giorno del Giudizio Ultimo di Allàh, Giudizio al quale ogni creatura dovrà sottostare, esse conosceranno finalmente la Verità (Haqiqa) e allora chiederanno a Dio di poter ritornare in vita per adorarLo e seguire i Suoi Ordini, ma però sarà troppo tardi per loro

Dice Allàh Altissimo: «Dicono: «Non c’è che questa vita terrena: viviamo e moriamo; quello che ci uccide è il tempo che passa». Invece essi non possiedono nessuna scienza, non fanno altro che illazioni. Quando vengono recitati a loro i Nostri versetti espliciti, non hanno altro argomento eccetto: «Fate risorgere i nostri avi, se siete sinceri». Di’: «Allah vi dà la vita e poi vi dà la morte, quindi vi riunirà nel Giorno della Resurrezione. Non c’è dubbio in proposito, ma la maggior parte degli uomini non lo sa». [Appartiene] ad Allah la sovranità dei cieli e della terra; e nel Giorno in cui scoccherà l’Ora, saranno perduti i seguaci della falsità.» [1]

2. Associare un’altra divinità ad Allàh (Shirk[2]

Allàh l’Altissimo, se vuole perdona ogni peccato, ma non perdona che Gli si associ qualcuno a Lui.

Riportiamo alcuni versetti del Corano dove Allàh condanna con chiarezza chi associa qualcuno a Lui.

Dice Allàh Altissimo:

«In verità Allah non perdona che Gli venga associato alcunché; ma perdona tutto il resto a chi vuole. Ma chi attribuisce consimili ad Allah, commette un peccato immenso.»[3]

«Invero sono miscredenti (negatori della Verità) (kafara) coloro che dicono: «Invero Allah è il Messia, figlio di Maria!», mentre il Messia disse: «O Figli di Israele, adorate Allah, mio Signore e vostro Signore». Chiunque associ (shirk) ad Allàh altre divinità, Allah gli preclude l’entrata del Paradiso, e sua dimora sarà il Fuoco [dell’Inferno]. Gli ingiusti non avranno chi li soccorra! Invero sono miscredenti coloro che dicono: “In verità Allàh è il Terzo di tre”. Non vi è altra divinità se non Allàh l’Unico»[4]

«Invero Allah non perdona che Gli venga associato alcunché; ma perdona tutto il resto a chi vuole. Ma chi attribuisce consimili ad Allah, erra (è fuorviato) di un errore enorme.»[5]

«Allah è Colui che vi ha creati, poi vi ha dato il sostentamento (rizq), poi vi darà la morte [in questo mondo-dunyà], e poi vi darà la vita [nell’altro mondo-akhira]. C’è fra le vostre divinità chi sappia fare altrettanto? Gloria a Lui! Egli è ben più alto di ciò che Gli associano.»[6]

3. Deridere, beffeggiare Allàh e il Suo Inviato

Deridere, scherzare, prendersi beffa di Allàh e del Suo Inviato (su di lui la preghiera e la pace divine), va certamente contro la Testimonianza di Fede (Shahada).

Dice Allàh Altissimo: «Se tu li interroghi essi ti diranno: «Noi solo discorrevamo e scherzavamo!» Di’ (loro): «Volete deridere (farvi beffe di) Allah, dei Suoi segni e del Suo Inviato? Non cercate scuse, siete diventati miscredenti (kuffàr) dopo aver creduto; se perdoneremo alcuni di voi, altri ne castigheremo, poiché veramente sono stati empi!»[7]

4. Detestare una cosa arrivata dall’Inviato di Allàh, o separarsi da lui.

Non accettare, o addirittura detestare qualcosa che è pervenuta dall’Inviato di Allàh Muhammad (sallà Allàhu ‘alayhi wa sallàm), oppure allontanarsi da lui e dalla sua guida, magari per cercarne delle altre, tutto ciò va contro la Testimonianza di Fede (Shahàda).

Dice Allàh Altissimo su chi detesta ciò che è arrivato al Suo Inviato Muhammad (su di lui la preghiera e la pace divine): «O credenti, se farete trionfare [la causa di] Allah, Egli vi soccorrerà e renderà saldi i vostri passi, mentre coloro che non credono, saranno perduti: Egli vanificherà le loro opere. Poiché essi hanno detestato quello che Allah ha fatto scendere [sul Suo Inviato], Egli ha reso vane le loro opere.»[8]

Dice Allàh Altissimo su chi si stacca, si separa, dal Suo Inviato Muhammad (su di lui la preghiera e la pace divine) e dalla sua guida: «Chi si separa dall’Inviato (Rasul), dopo che è stata manifestata a lui la buona guida, e segue un sentiero diverso da quello dei credenti, Noi [Allàh] gli volgeremo le spalle, come egli le ha volte a Noi, e lo faremo bruciare nell’Inferno. Qual triste destino.»[9]

5. Distogliersi dai Segni (Ayat) di Allàh

Dopo che siamo stati messi al corrente dei Segni (ayat) che Allàh Altissimo nostro Creatore, ci ha inviato come avvertimento, dovremo sforzarci di conoscerli meglio, di approfondirli, di metterli in pratica.  Se invece noi ce ne distogliamo, ce ne allontaniamo, ciò va contro la Testimonianza di Fede (Shahàda).

Dice Allàh Altissimo: «Chi è peggior ingiusto di colui che è stato avvertito con i Segni del suo Signore, e poi si distolga da essi? In verità ci vendicheremo dei trasgressori.»[10]

6. L’Ipocrisia (Nifàq)

Non basta affermare con la lingua la Testimonianza di Fede, ma bensì come abbiamo visto in precedenza, alla Testimonianza di Fede deve partecipare anche il cuore, altrimenti non è valida.

Dice Allàh Altissimo: «Quando gli Ipocriti vengono da te dicono: “Noi testimoniamo che sei Inviato (Rasul) di Allah! Allah ben sa che tu sei Suo Inviato! E Allàh attesta che gli Ipocriti mentono. Hanno fatto dei loro giuramenti un mantello protettore (un mezzo per nascondere la loro ipocrisia) e per allontanare la gente dalla Via di Allàh. Che cosa malvagia essi fanno.»[11]

Fine Lezione

E Allàh è il più Sapiente

“Subhàna-ka Allàhumma wa bi-hamdi-ka,

ashhadu an là ilàha illà Anta, astaghfiru-ka wa atùbu ilay-ka”

“O Allàh gloria a Te e con la Tua Lode,

testimonio che non c’è divinità all’infuori di Te, chiedo il Tuo perdono e a Te mi pento”

Note

[1] Corano sura Al-Jàthiya 45, vers. 24-27.

[2] «Shirk» ha i seguenti significati: Associazionismo; il fatto di associare a Dio altre divinità; associare qualcosa a Dio; politeismo; idolatria.

[3] Corano sura An-Nisà 4, vers. 48.

[4] Corano sura Al-Mà’ida 5, vers.72-73.

[5] Corano sura An-Nisà 4, vers.116.

[6] Corano sura Rùm 30, vers. 40.

[7] Corano sura At-Tawba 9, vers. 65-66.

[8] Corano sura Muhammad 47, vers. 9.

[9] Corano sura An-Nisà 4, vers. 115.

[10] Corano sura Sajda 32, vers.22

[11] Corano sura Munàfiqùn 63, vers.1-2.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.