Al-Latîf

image

Al-Latîf

Il Sottile, L’Amabile

Al-Latîf

Olio su tela 16 x 16 pollici

Quando Allah (swt) ha decretato un ordine, Egli ne ha preparato i mezzi, poi lo ha prescritto e reso facile.

Egli (swt) è perspicace nella scienza, nessun segreto è ignoto per Lui anche se è fine e nascosto. Legge nella segretezza degli affari, delle intenzioni e in quel che l’uomo nasconde di bene o di male, obbedienza o disobbedienza.

Egli (swt) è buono con i Suoi servi, in quanto la Sua Misericordia ha preceduto la Sua ira.

——————————–

Da Hadrat al-hadarât al-jâmi‘a li-l-asmâ’ al-husnà capitolo 558 delle Conquiste o Rivelazioni Meccane (Futûhât Makkiyya) di Ibn ‘Arabî.

il Sottile, il Buono, il Benevolente con i suoi servi, a cui fa arrivare la guarigione (‘âfiya) quando sono malati tramite dei rimedi che occasionalmente sono sgradevoli. Non cè niente di più velato, a titolo desempio, che il sottile principio curativo contenuto in quei rimedi, che, essendo dolorosi, producono ciò nonostante salute (šifâ) e sollievo.

Non cè traccia alcuna del suo effetto benefico nel momento di utilizzare il rimedio (dawâ) dato che, anche se sapessimo che il suo impiego produce la risoluzione [dello stato di malessere], non potremmo sentire, causato dalla sua sottigliezza (latâfa), questo impercettibile principio sanatorio.

Questo con relazione allaspetto della sottigliezza. Dallaltra parte, laspetto della Sua benevolenza (lutf) corrisponde alla Sua “occulta presenza effettiva” (sarayân) negli atti di tutti gli esseri esistenti (mawjûdât), alla quale si riferisce la Sua Parola:

“Allâh vi ha creato, voi e quanto voi facciate” (Cor., 37:96).

Noi, ciò nonostante, non vediamo le opere se non come opere delle stesse creature, anche se sappiamo che in realtà lautore (‘âmil), lunico agente che realizza tali opere, è solo Allâh, il quale, se non fosse per la Sua benevolente grazia (lutf), che lo vela per cortesia, potrebbe [palesarsi come Lui e mettere quindi le creature di fronte al fatto compiuto, che esiste solo Lui].

… Egli è il Perspicace, il Beninformato.
Corano VI. al-An’àm, 103

Calligrafie originali di Hafez, New York.
Visitate il suo sito all’indirizzo: www.arthafez.com