Rispondere al danno con il danno

la darara wa la dirar

la darara wa la dirar

As-Salāmu ‘alaykum wa ramatu Llāh.

A‘ūdhu biLlāhi mina sh-Shayāni r-rajīm.  Bismi Llāhi r-Ramāni r-Raīm.

Waalātu wa s-salāmu ‘alā Rasūlinā Muammadin Sayyidi l-Awwalīna wa l-Ākhirīn.

Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muammad Nāim al-aqqānī. Madad.

Ṭarīqatunā ṣ-ṣuḥbah wa l-khayru fi l-jam’iyyah

Il Santo Profeta (SAW) dice:

لا ضـرر ولا ضـرار

 “Lā ḍarara wa-lā ḍirār.”

“Nell’Islam, nessun danno dovrebbe essere arrecato ad altri o ricevuto [da altri]”. Danneggiare i beni o la vita di qualcuno non è consentito. Tutto ha regole e metodi, regolamenti. Se qualcuno ti causa un guaio o dei danni, puoi portarlo in tribunale. È così che dovresti vedere le cose, in modo da poter ottenere i tuoi diritti e ottenere giustizia.

Naturalmente, durante l’epoca del Santo Profeta (SAW) c’erano dei califfi. Quando c’era saggezza nell’Islam, c’era giustizia; le persone potevano ottenere giustizia e ottenere i loro diritti, ma ora se vai in tribunale, a volte possono volerci anni per risolvere un caso.

Se uno pensa di ottenere i suoi diritti con i mezzi propri, ebbene, non funziona. Non funziona se causi danni ai beni altrui. Il Santo Profeta (SAW) ha stabilito delle regole. Ci sono regole nell’Islam.

Tutti possono chiedere i propri diritti, ma non puoi pretenderli con la forza. Non esiste nulla di simile. [Quindi] cosa dovremmo fare? Dobbiamo lasciarlo ad Allah, e supplicare Allah che possa garantire il tuo diritto per te qui e nell’Aldilà. I tuoi diritti ti saranno certamente consegnati alla fine, ma se continui a fare del male e a danneggiare gli altri, allora Allah ti toglierà anche i diritti dovuti agli altri.

Le persone a volte seguono regole che hanno stabilito loro stesse secondo la loro testa. Tuttavia, quando è così, prima di tutto fanno del male a loro stesse [anche se potrebbero pensare] che stanno danneggiando gli altri. Ci sono quelli che danneggiano gli altri [anche] senza nessun motivo. Ebbene, in ogni caso sicuramente non vedranno nulla di buono in questo mondo o nel Prossimo. Qualunque cosa una persona faccia, la fa a se stessa, pensando che causerà danni all’altra persona e invece è lei stessa a ricevere il danno maggiore, viene danneggiata di più.

Ecco perché il Santo Profeta (SAW) ci ha detto di non causare guai, di non danneggiare gli altri, di non torturare gli altri, di non danneggiare o rompere le cose, [e] di non violare i diritti altrui.

Il Santo Profeta (SAW) è stato inviato come rahmah, come misericordia. Ecco perché, sebbene questo sia un hadith composto da due sole parole, è sufficiente per l’intera Umanità. Proprio ora vediamo la situazione nello stato dell’Umanità. I non-credenti stanno causando mali e danneggiando il mondo intero, e stanno causando sofferenza a tutto il mondo, e pensano di ottenerne qualcosa, [ma] alla fine, non c’è più niente nelle loro mani. Hanno derubato il mondo intero per centinaia di anni e l’hanno ripulito, ma ancora una volta non ne è uscito nulla [di buono per loro]. È il volere di Allah, per mezzo del comando di Allah, che loro passino da una crisi all’altra senza sapere più cosa fare.

Vogliono fare come ai vecchi tempi: “Puliamo il mondo, ma come?” Lo stanno dicendo e, sebbene lo stiano “ripulendo”, non è di alcun beneficio. Stanno solo causando danni, nient’altro che danni. Coloro che danneggiano, ricevono [in cambio] danno.

Che Allah ci protegga. Che noi non si vìoli i diritti di nessuno. Voglia Allah proteggerci dai mali del nostro ego e dai mali di Shaytan, in sha’’Allah.

Wa min Allāhi t-tawfīq,

al-Fātiah`

                                                 

Ṣuḥbah di Shaykh Muḥammad Mehmet ‘Adil

21 Ottobre 2020 / 04 Rabī‘u l-Awwal 1442

Akbaba Dergah, preghiera del mattino

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.