arco

arco

As-Salāmu ‘alaykum wa ramatu Llāhi.

A‘ūdhu biLlāhi mina sh-shayāni r-rajīm.

Waalātu wa s-Salāmu ‘alā Rasūlinā Muammadin Sayyidi l-awwalīn wa l-ākhirīn.

Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muammad Nāim al-aqqānī. Madad.

arīqatunā ubah wa l-khayru fi l-jam‘iyyah.

 

Il Profeta (SAW) avvisa:

واجتنبوا الخبائث

Wa-jtanibū ‘l-khabā’ith!”

Khabā’ith è un termine che copre tutte le cose cattive, sporche, schifose, najas – tutto viene sotto questo termine khabā’ith.

La nostra religione è purezza, pulizia. Ci chiede di stare lontano da questa sporcizia – sporcizia sia nel senso fisico che spirituale del termine. La sporcizia spirituale sono i peccati. Stai lontano da loro. Devi stare lontano da ogni sozzura, sporcizia. Che tipo di cose? L’alcol, poi le sigarette sono tra queste.

Le persone non danno importanza al fumare, tuttavia, una volta che ci si è abituati, ha molti aspetti negativi. È una azione che non ha affatto senso ed è la causa di molte malattie. Nessuno è in grado di contare i suoi danni sulla salute. Dicono che ne provochi cinquecento, o un altro dice cinquemila o addirittura milioni di danni. Nessuno è riuscito a dire che serve per un buon motivo. Dicono cose sull’alcol, potrebbe avere una cosa buona su mille negative. Il suo bene non è buono. Le sigarette sono peggio dell’alcol, eppure i musulmani non lo chiamano peccato. Alcuni lo chiamano sgradito [ad Allah] / odioso (makruh); altri ancora non lo chiamano nemmeno makruh.

In realtà, è male in tutti i modi, [e] anche se non fa alcun danno o bene, è [comunque] uno spreco. Inutilmente, quando un povero è dipendente, paga di più per le sigarette di quanto paghi per il suo pane quotidiano. Spreca in sigarette la provvigione per i suoi figli, per la sua famiglia, e non smetterà mai.

Nell’Islam,  Allah ‘azza wa jalla dice: “Stai lontano dalle cose cattive!” Questo è un ordine dell’Islam. Qualunque altra cosa brutta ci sia, tieniti lontano da tutto. È proibito ogni forma di danno, nell’Islam, danno alle persone, agli animali, all’ambiente, ai vicini, danni di ogni tipo. Per non parlare della sporcizia dell’ambiente, l’Islam ricompensa la pulizia e la rimozione delle cose sporche delle strade e considera queste azioni come carità.

Allah ‘azza wa jalla ci ha dato una religione così bella. Sebbene al contrario le persone corrano dietro a tutte queste forme di sporcizia, la nostra religione raccomanda bellezza, bontà. Non c’è bisogno di altre organizzazioni: verdi o rossi, questo o quello, non c’è bisogno di nessuna di loro. Sono piuttosto loro stesse le vere cause della sporcizia. Che Allah li guidi, li faccia venire in questo bellissimo sentiero, in sha”Allah.

 

Wa min Allāhi t-tawfīq,

al-Fātiḥah                   

Ṣuḥbah of Shaykh Muḥammad Mehmet ‘Adil

Data 25 Gennaio 2019 /19 Jumādā-’l-Ūlā 1440

Akbaba Dergah, Preghiera del mattino

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.