Allah e’ sovrano su questa prova

Mawlana-Shaykh-Mehmet-Adil-ar-Rabbani

Mawlana-Shaykh-Mehmet-Adil-ar-Rabbani

Data 17 Marzo 2020 / 22 Rajab 1441

Akbaba Dergah, Preghiera del mattino

As-Salāmu ‘alaykum wa ramatu Llāh.

A‘ūdhu bi-Llāhi mina sh-Shayāni r-rajīm.

Waalātu wa s-salāmu ‘alā Rasūlinā Muammadin Sayyidi l-Awwalīna wa l-Ākhirīn.

Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muammad Nāim al-aqqānī. Madad.

Ṭarīqatunā ṣ-ṣuḥbah wa l-khayru fi l-jamiyyah.

 

“Il bene (khayr) e il male (sharr) provengano da Allah” è uno dei pilastri della fede.  Bene e male vengono da Allah. Allah ha sparso questa condizione [coronavirus] ovunque nel mondo. Non c’è nessun luogo nel mondo dove non sia stata individuata. Le persone chiedono cosa fare e prendono precauzioni dicendo “facciamo questo o quello”. Invece le preoccupazioni vanno prese, e coscienziosamente, ma la cosa più importante è pregare Allah ‘azza wa jalla che ce lo ha mandato— questa è la precauzione più grande. Se ci sono peccati che abbiamo commesso, ce ne dovremmo pentire. Ci dovremmo mettere in buon ordine, così che Allah ‘azza wa jalla potrebbe avere pietà di noi e compassione. Possa Lui rimuovere questa maledizione da noi.

I cosiddetti Musulmani hanno già dimenticato Allah e hanno intrapreso altre strade.  L’umanità ha pensato solo al proprio benessere—e a nient’altro— e quindi questo è un avvertimento da parte di Allah per risvegliare le persone. Sembra cattivo, ma, in sha’’Allah, andrà a finire in un bene. Quelli che sono Musulmani asseriscono che ciò sta provenendo da Allah, e chiedono la loro ricompensa da Allah, [perché] in ogni calamità Allah causa il bene per i credenti. Anche [se] una spina ferisce un Musulmano, c’è una ricompensa, una stazione. Questi stati [in cui troviamo noi stessi] perciò sono per il bene a venire, in sha’’Allah. Diventa bene per quelli che credono in Allah, che si sottomettono ad Allah.  Per coloro che non si sottomettono, ciò è male, [cioè] se lui non impara una lezione da ciò, ma piuttosto continua alle vecchie maniere,  tutti i problemi a cui va incontro sono inutili.

Perciò è importante sottomettersi ad Allah. Fidarsi di Allah viene prima delle precauzioni. Quando uno prende una medicina, la guarigione non proviene dalla medicina  ma da Allah. Allah ‘azza wa jalla ha messo un segreto (sirr) [dentro] quella medicina. Voi dovete credere in Lui fermamente, [ma] in tutto questo che sta succedendo, la gente ancora non si è svegliata. Poiché non trascorriamo molto tempo fra le persone, noi non lo vediamo.  Ma ieri eravamo in viaggio e abbiamo visto la gente. Loro ancora non si ricordano di Allah – indossano maschere e guanti e pensano che saranno protetti.

Fintanto che Allah vuole, anche se voi non fate niente, siete in salvo. Comunque, la prima cosa da fare è il [proprio] pentimento (tawbah) verso Allah, cosicché Allah vi aiuterà e proteggerà. Questa è la più grande precauzione. Questo è quello che è dimenticato dalla maggior parte della gente, sia che siano di una tariqah o no. A causa della paura, diventano confusi e non sanno cosa fare. La cosa più importante è realizzare che è Allah ‘azza wa jalla che ha creato tutto ciò. È perciò necessario pregare e chiedere a Lui di non sottoporci a questa prova.  Bisogna supplicare Allah e pentirsi, così che questa maledizione non ci tocchi. Perché dove questa maledizione si è originata è un luogo dove c’è stata oppressione. Ha fatto la sua [iniziale] apparizione in luoghi dove era avvenuta la maggiore oppressione. E perciò ci stiamo pentendo e chiedendo perdono. La peggiore oppressione è fare del male ai credenti, perciò questa condizione è mandata come una punizione, non una ricompensa. Il pentimento alleggerisce questa condizione, e con il permesso di Allah, questa sarà allora rimossa. Possa Allah guidare le persone e proteggere i Musulmani, in sha’’Allah.

 

Wa min Allāhi t-tawfīq,

al-Fātiḥah

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.