La Conferenza degli uccelli di Fariduddin ‘Aṭṭār

La Conferenza degli Uccelli di Farid al-Din Attar
La Conferenza degli Uccelli di Farid al-Din Attar

La conferenza degli uccelli. Dettaglio della pagina di un manoscritto del Mantiq al-Tayr (Il linguaggio degli uccelli) di Farid al-Din Attar, circa 1600, Safavid, Isfahan, Iran.

La più famosa opera di Fariduddin ‘Aṭṭār è Manṭiq al-ṭayr (La conferenza degli uccelli). Si tratta di un poema allegorico che descrive la ricerca degli uccelli (cioè dei sufi) del mitico Sīmurgh, o Fenice, cioè Dio, spinti dalla Upupa, colei che hai compiuto il Viaggio [Vedi anche Corano, 27:20 e seguenti Surat an-Naml, (Le Formiche)].

Nella scena finale gli uccelli che sono sopravvissuti al viaggio si avvicinano al … contemplando il …, solo per  … (leggetevi il libro, ne vale la pena)

Qui sotto le scuse degli uccelli che non vogliono intraprendere il viaggio e le risposte della saggia Upupa. Provate a vedere se vi riconoscete in qualcuno …

Obiezione degli uccelliRisposta dell’upupa
Usignolo: Amo solo la rosaLa rosa passa
Pappagallo: Desidero solo la vita eternaLa vita deve essere sacrificata per l’amato
Pavone: Desidero solo tornare in paradisoCerca il tutto, non la parte
Anatra: (orgogliosamente) soddisfatta del suo ascetismo e della sua purezzaLa purezza è per l’impuro
Pernice: desidero solo le gemmeNon farti abbagliare dal colore
Homâ (famosa creatura mitologica iranica): Non vedo ragione di cercare il Simurgh perché io stesso incorono i reNon essere così orgoglioso di te stesso
Falcone: servo già con orgoglio i re umaniIl Simurgh è il re per eccellenza; i re umani sono re volubili e pericolosi
Airone: sono felice di sedere mestamente accanto al

al mare

A differenza del Simurgh, il mare è incostante e instabile
Gufo: Desidera solo i tesoriL’amore per il tesoro è idolatria
Passero: mi considero, come Giacobbe, troppo debole per viaggiare verso il Simurgh.Questa è ipocrisia; mettiti in cammino!

Qui invece le domande degli uccelli e le risposte dell’Upupa

DomandaRisposta dell’upupa
Qual è la nostra relazione con il Simurgh?Siamo collegati al Simurgh attraverso il cuore
Come possiamo, essendo così deboli, viaggiare in questo

modo?

Racconto di Shaykh Ṣanʿân
Perché la via è vuota?A causa della Gloria del Re
Come hai [cioè l’upupa] avuto la precedenza su di noi?Grazia divina
E se muoio durante il viaggio?Tutti dobbiamo morire comunque; meglio provare e fallire
E se sono peccatore?La porta del pentimento è aperta
Incostanza / EffeminatezzaTale è la condizione umana; lavorate per sottomettere l’anima inferiore
Potere dell’anima inferioreL’anima inferiore non sarà mai degna
Potere del diavoloRitirarsi dal mondo
Amore per l’oroGuarda al significato interiore, non alla forma esterna
Amore per i possesso / Coinvolgimento mondanoIl mondo è un pozzo di spazzatura e la morte sta arrivando
Amore per una bella persona amataLa forma umana è grossolanamente materiale e contingente; la vera bellezza appartiene all’invisibile
Paura della morteLa morte è inevitabile
Sofferenza per le cose mondaneQueste passeranno con il mondo
Obbedienza al comando di DioSiamo tutti suoi schiavi

Tabelle tratte da:

Poetry and Pedagogy: The Homiletic Verse of Farid Al-Din ʿAṭṭâr

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.