bayat-naqshbandi

bayat-naqshbandi

Mawlana Shaykh Muhammad Adil ar-Rabbani

4 Marzo 2022/ 1 Sha’ban 1443

As-Salāmu ‘alaykum wa raḥmatu Llāh. A‘ūdhu bi-Llāhi mina sh-Shayṭāni r-rajīm. Bismi Llāhi r-Raḥmāni r-Raḥīm. Waṣ-ṣalātu wa s-salāmu ‘alā Rasūlinā Muḥammadin Sayyidi l-Awwalīna wa l-Ākhirīn.

Madad yā Rasūla Llāh, madad yā Sādāti Aṣḥābi Rasūli Llāh, madad yā Mashāyikhinā, dastūr yā Shaykh ‘Abdu Llāh al-Fā’iz ad-Dāghistānī, Shaykh Muḥammad Nāẓim al-Ḥaqqānī. Madad.

Ṭarīqatunā ṣ-ṣuḥbah wa l-khayru fi l-jam’iyyah. A’ūdhu bi-Llāhi mina sh-shayṭāni r-rajīm. Bismi Llāhi r-Raḥmāni r-Raḥīm:

وَأَمْرُهُمْ شُورَىٰ بَيْنَهُمْ

si consultano vicendevolmente su quel che li concerne (42:38)

Le persone dovrebbero consultarsi e imparare cose buone. La consultazione è sunnah. Se volete fare qualcosa tra di voi, chiedete e fate delle ricerche, informatevi questo è sunnah. Specialmente nei gruppi, quando una persona non è sola, ha una responsabilità verso gli altri, sicuramente, dovrebbe consultarsi e fare ciò che è giusto.

A volte le persone pensano di fare la cosa giusta, ma quando si consultano, capiscono che ci poteva essere un modo migliore di far le cose, oppure si rendono conto che quello che han pensato sia giusto, in realtà è sbagliato. Quindi consultandosi possono evitare degli errori. Questo porta beneficio a loro e agli altri. Le persone che si affidano al loro ego e dicono “io so tutto”, e fanno le cose senza chiedere a nessuno, alla fine possono sbagliare anche se sanno.

Questo vale sia per le persone di basso che di alto livello. Ma naturalmente, le persone che hanno alti livelli, hanno consulenti e consiglieri; possono consultarsi con loro perché la loro responsabilità è grande. Per sollevare la responsabilità dalle loro spalle, dovrebbero quindi consultarsi. Altrimenti, se non vi consultate e fate male, quella responsabilità diventerà un peccato per voi. Ma quando vi consultate e fate male, non sarà un peccato, perché ne avete discusso e pensavate di fare bene. Non è importante che il risultato sia sbagliato. Ma quando fate qualcosa senza discutere con nessuno e si rivela sbagliato, allora avrete peccato.

Questa è una questione importante. Come abbiamo detto, questa questione riguarda l’ego – “Io so tutto. Non ho bisogno di chiedere a nessuno” ma è l’ordine di Allah ‘Azza wa Jalla:

وَشَاوِرْهُمْ فِى ٱلْأَمْرِ

“Consultati con loro sugli ordini da impartire” (3:159)

Anche se il nostro Santo Profeta ﷺ era un Profeta, aveva l’ordine di consultarsi. “E chi sei tu per affermare di sapere tutto?” Il nostro Santo Profeta ﷺ è stato informato. Lui sa tutto. Tuttavia, era abituato a consultare. Anche nella battaglia di Badr, si era consultato con i sahabah, e invece di andare nel luogo che aveva in mente, il nostro Santo Profeta ﷺ vide che il luogo suggerito era più appropriato. Così cambiò i piani e andò lì. Non si è impuntato dicendo: “L’ho detto io”.

La consultazione è buona. Si dice che in passato un consiglio o una consultazione valeva un cammello. Ma ora nessuno la vuole, specialmente le persone del nostro tempo. Vogliono assolutamente fare tutto come vogliono. Possa Allah ﷻ mostrare la giusta via inshà’Allah. Che possiamo essere sempre sulla strada giusta inshà’Allah. Wa min Allahi t-tawfiq, Al-Fatiha.

Ci sono recitazioni di Khatms, Salawat, Surahs e Yasins. I fratelli da tutto il mondo li hanno recitati. Li dedichiamo prima al nostro Santo Profeta ﷺ, ai suoi grandi Sahabah, a tutti gli Anbiya, Awliya, Asfiya, alle anime dei Mashayikh, specialmente al nostro Shaykh Mawlana Shaykh Nazim, a Hajjah Anne e Hala Sultan, alle anime di tutti i nostri antenati. Che i buoni obiettivi di coloro che hanno recitato possano essere raggiunti. Che ci sia forza per il loro Iman. Che possano essere felici qui e nell’aldilà. Che possano raggiungere tutto il bene che chiedono. Possa il male sparire inshà’Allah. Al-Fatiha.

www.hakkani.org

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.